mercoledì 27 febbraio 2008

Talkin' sul Sesso (Francesco Guccini)



Certe volte mi stupisco di quanto certe canzoni siano attuali, o di quanto riescano ad attraversare i secoli... Certe altre mi rammarico di come non cambino i tempi e noi (specialmente in Italia) ricaschiamo sempre negli stessi discorsi, dimostrando una innata capacità di retrocedere anzichè di crescere.
Questo accade nella morale, nella politica, nella "fede", nell'etica, nella capacità di scegliere, nell'istruzione, nella cultura, nella capacità di lasciarci abbindolare. Non è incredibile?
Una canzone come questa pare scritta oggi. Stesse cazzate, stesse battaglie da rifare. Ha ragione Paola Cortellesi purtoppo... In Italia ne riparliamo.
E i nostri politici innovatori? Possibile che non riescano a rendersi conto di ciò?
Sono temi vecchi come il mondo e ancora non siamo giunti a un traguardo.
E perdono tempo a parlare della pillola, dell'aborto, della castrazione chimica, dei DICO... Ma andate a farvi fottere. Veltroni che parla di castrazione chimica come i leghisti 10 anni fa. Smettiamola di rincorrerci, si inseguire il momento, le emozioni del popolino.
Che vengano inasprite le pene se non vuoi vedere il pederasta in giro...
Siamo veramente patetici.
Sono d'accordo con un vecchio che ho sentito tempo fa... Appaltiamo il governo della nostra nazione alla Svezia o alla Danimarca. Paghiamo i loro parlamentari con i soldi risparmiati nel non fare elezoni. Con i soldi che spendiamo di tasse riuscirebbero a trasformare il nostro paese in un Eden, liberandoci da queste facce logore e da questi animi purulenti.
Io non sono apolitico. Ma certe cose mi fanno veramente venire il nervoso.
Mi fa venire il nervoso sapere che i la mia famiglia paga fino all'ultimo euro di tasse e sentir parlare il commerciante che dice che il nero è inevitabile perchè altrimenti non si va avanti e poi vederlo girare con un SUV che costa cinque volte le mia auto.
Basta. Non ho più voglia di farmi prendere per il culo.
Mi fa girare le scatole il fatto di sentir parlare i preti di famiglia quando non ne hanno mai avuta e mai ne avranno una. Sarà una cosa banale, ma non trovo che abbia alcun senso. Trovo deprecabile che il Clero (e il santissimo Wojtyła in primis) dica al mondo di non usare il preservativo, quando al mondo milioni di persone (uomini, donne e bambini, perchè oltre non si va) muoiono di AIDS.
Trovo incoerenti le gerarchie ecclesiastiche (dal granitico e secolare immobilismo) che professano ora tutto questo cristianissimo attaccamento alla vita quando hanno le mani sporche e incrostate di sangue di duemila anni di storia, ignoranza, falsificazioni, mistificazioni, colonialismo, schiavismo, inquisizione, pregiudizio.
Non capisco.
Non capisco come un Politico possa essere così miope da non vedere le ingerenze o da far finta di non vedere i ficcanaso. Troppi interessi. Troppa paura. Troppo culo incollato alla poltrona.
E allora torniamoci su. Parliamo di nuovo di sesso, di pillola, di preservativi...
Guccini aveva visto lungo... o siam noi che non siamo andati granchè lontani.

Personal Jesus (Depeche Mode)



Questo lo cito tale e quale dal blog di Nandina.
Be careful. Be prepared.
... and suffer well ...

martedì 26 febbraio 2008

Smells Like Teen Spirit - (Nirvana) (E sono tutti cazzi tuoi)

In vendita le pasticche per dare sapore di mela allo sperma

Risultato garantito in massimo 4 settimane. C’è anche la variante femminile agli agrumi. Il prodotto, in 60 capsule, è un integratore dietetico naturale che riduce il colesterolo.


Roma, 25 feb. (Ign) - Che la mela sia il frutto del peccato è risaputo da migliaia di anni. Cosa che deve essere piaciuta molto all’inventore di ‘Sweet release’, barattolino con 60 capsule in vendita su ShyToBuy.com che promettono in massimo quattro settimane di modificare odore e sapore del liquido seminale maschile, facendolo assomigliare a quello di mela verde.

Anche se sul portale dove si possono acquistare le capsule si legge che il prodotto è dedicato a tutti quelli “che vogliono migliorare la pratica del sesso orale e sorprendere il partner con una nuova fantastica esperienza”, in realtà ‘Sweet release’ è più pubblicizzato come un integratore dietetico completamente naturale che aiuta il sistema immunodifensivo e riduce il colesterolo grazie al componente principale contenuto al suo interno, il Crandextrim, e alla presenza degli acidi Omega 3 e Omega 6.

Su ‘ShyToBuy.com’ è in vendita anche la variante femminile agli agrumi, che promette sapori e odori migliori delle parti intime “per evitare spiacevoli imbarazzi”. Probabilmente, se fosse esistito l’eCommerce ai tempi dell’Eden, a quest’ora vivremmo tutti in Paradiso.
(adnkronos)

Oggi ho fatto un giro su Adnkronos e, girovagando, inciampo in questa notizia.
Fico! Esclamo...
Poi ripensando dico. A che serve?

Dove finisce la poesia?
Dove finisce la virilità? Così si ridurrà la razza umana? La donna in grado di autoriprodursi grazie alla produzione in proprio di spermatozoi e l'uomo ridotto a un lecca lecca?
Triste destino.

Dove finiscono le nostre certezze?
Sconfortato, mi convinco che questo non è un problema mio al momento e decido di saltapicchiare qua e là tra le notizie... Tra un mucchio di cose banali, già sentite e cose inutili, trovo questa foto altresì divertente.


Ristabilito il mio buon umore la mia fantasia viaggia tra leghisti vestiti dei verde, che, oltre ad avercelo duro, ora potranno avercelo anche alla mela verde. Mi sollazzo di tutto ciò e mi faccio due risate con il buon Garibaldi e sempre con lui discuto dell'esilarante possibilità che questi piccoli verdognoli alieni possano tornare al governo.
Ma ora basta ridere. Ci sono un sacco di cose serie da fare.
Se qualcuno prova a spermelarsi me lo dica. Voglio sapere chi è così pazzo.

lunedì 25 febbraio 2008

Bocca Di Rosa (Fabrizio De Andrè)



Nel mio quotidiano girovagare per blog, sono incappato in questo filmato.
È alquanto curioso come tutti questi intelligenti pensatori e studiosi riescono a fare di tutta l'erba un fascio e a non comprendere che le cose non sono come le dipingono i loro vecchi, stanchi e miopi occhi sul mondo.
Secondo voi è pensabile che tutti i bloggers siano potenziali puttane? (perchè questa è l'idea che l'ascoltatore si fa sentendo questa eminente nothin'girl)
Siamo la punta dell'iceberg! Conduciamo doppie vite! Siamo esposti a un rischio tremendo! Siamo votati alla perdizione....
Questi signori-nessuno citano MySpace. Io sono iscritto a MySpace e per me (baldracca) è una fantastica opportunità di farmi sentire e vedere... (ma non nel bieco modo che intende la bionda sottutto). Posso farmi vedere su MySpace! È vero. Ed è giusto!
MySpace è uno dei mezzi più democratici che io abbia mai visto. Su MySpace la mia pagina ha la possibilità di essere visitata da chiunque nel mondo. La mia pagina ha la stessa dignità di quella di una band prodotta da una Major! Non è fantastico? Io trovo che sia così giusto! Come utente ho accesso a tutte le band che voglio, posso conoscere generi nuovi, modi di vedere il mondo, di cantarlo e suonarlo. MySpace è la più grande comunity sulla rete. È una risorsa infinita e splendida. Ci sono puttane su MySpace? Certo... come nella vita reale. Ma sono una percentuale minima (e per di più riconoscibilissima; se uno ci casca è un vero pollo) esattamente come nella vita reale.
Il mondo dei blog poi...
Io sono incappato raramente in blog puttaneschi. Per lo più vedo pagine di chi vuole raccontare qualcosa di sè, dei propri viaggi, del mondo, che vuole fare poesia, che vuole fare politica, opinione, chi vuole far ridere e riflettere.... Per me tutto ciò è fare informazione. È trasmettere conoscenza. È essere sè stessi pienamente.
È anche essere altro? Sì! Perchè no? La scrittura è un mezzo di svago da millenni. La scrittura è sempre stato un modo di fare ciò che non si può fare nella realtà, di vivere cose passare e future, dove un autore si può esprimere appieno o addirittura essere altro. Il blog come i libri sono un universo a parte... perchè non sono fisici. Sono espressione di quella parte non palpabile della persona che è il pensiero che scorre direttamente dal cervello alle dita.
Il blog è l'espressione della realtà a cui il blogger si ribella, di cui il blogger ride, da cui il blogger prende ispirazione e in cui il blogger soffre.
Perchè stupirsi dei blog? È solo un mezzo in più. Un mezzo di dare e ricevere, gratuitamente.
Ho trovato blog con post-opere d'arte. Con la differenza che qui non c'è bisogno di produttori, distributori, esperti di marketing e pubblicità... il contatto è immediato.
Forse è proprio questo che questi eminenti figli di nessuno e larve di un tempo buio non riescono a capire. Loro comprendono solo il biglietto verde... sono addentrati nel sistema dei venduti. Sono loro le vere puttane. Sono loro che vendono il culo, fingendo di fare dell'informazione.
I piccoli bacarozzi reazionari non capiscono quali risorse ci sono nella rete e ciò li spaventa. Loro si aggrappano miseramente al loro status cercando di mantenerlo. Vespa non capisce i blog? Che c'è da stupirsi? Fa il giornalista da secoli e ancora non ha capito come si fa a essere giornalista indipendente!
La rete è la grande alternativa.
La rete non è controllabile.
La rete non ha un numero stabilito di canali.
La rete è fatta di tutti e di nessuno.
La rete è ovunque.
La rete è la morte della TV e delle enciclopedie.
La rete non mi schiavizza.
La rete è confronto.
La rete mi permette di dire la mia (e cazzo.. già solo il fatto di poterlo fare è grandioso.. anche se nessuno legge).
La rete non si può fermare.
La rete non la puoi sospendere.
Sulla rete non c'è par condicio.
La rete è libera da Vespa.
Non c'è da stupirsi che un baciapile, conservatore, vecchio, venduto, viscido essere non comprenda il valore di un mezzo così democratico.
Ora magari faccio un giro come ogni giorno. Altrimenti perdo il contatto con la realtà. E poi devo andare a dare il cambio alla mia collega sulla statale.
Ciao battone esibizioniste!

giovedì 21 febbraio 2008

Dirt (Alice in Chain)

Ha dell'incredibile la notizia che ho sentito ieri al TiGGì.
Si diceva che alcuni immigrati (non so di quale nazionalità... non lo ricordo) si sarebbero messi a girare per rovistare di notte in mezzo al pattume che invade Napoli al fine di recuperare oggetti seminuovi (e ce ne sono) da rivendere durante il giorno.
Ora, non è incredibile che qualcuno pensi di rovistare tra i rifiuti (è il secondo mestiere più vecchio del mondo), il paradosso è:
1 - che i Napoletani ricomprino la loro stessa spazzatura (che... evidentemente tanto spazzatura non è visto che qualcuno la compra);
2 - che ci abbiano pensato prima gli immigrati che i napoletani, i quali incarnano più di ogni altro lo spirito italico del sapersi arrangiare e del saper escogitare le trovate più strane e geniali;
3- che gli immigrati debbano insegnarci a non sprecare.
Io non metto in dubbio che il sistema di smaltimento campano faccia schifo, ma ho l'impressione che in molti luoghi questa situazione sia stata sfruttata come occasione per svuotare le cantine.
Mi spiego senza voler essere polemico.


Nel servizio si vedeva DI TUTTO in vendita. Giacche semi-nuove, scarpe semi-nuove (alcune scarpe che mi metto io abitualmente sono più malconcie), sedie intere, candelabri, di tutto...
Ma io dico... Cazzo. Prima di buttare la roba, e vista la merda in cui si trova Napoli, non sarebbe meglio essere un po' più occulati?
Piccolo esempio. La mia famiglia accumula vestiti vecchi da sempre, li si mette per lavori pesanti quando sono lisi e se per caso non vanno più a nessuno, ma sono ancora utilizzabili, si danno ad amici con figli più giovani o alla Caritas.
"Riuso" è una delle parole d'ordine. Pretendiamo la racolta differenziata PORTA A PORTA, impegnamoci a cercare di aggiustare le cose prima di buttarle, pretendiamo il ritorno del VUOTO A RENDERE, impariamo cosa sono i RAEE, come e dove vanno smaltiti (ho visto frigoriferi e forni in mezzo alla spazzatura a Napoli... per quelli non c'è scusa; a Napoli il sistema di rimozione e smaltimanto di questi elettrodomestici pesanti c'è e funziona).
E poi informiamoci su quali siano i cicli di riciclo e smaltimento. Pretendiamo la DIMINUZIONE DEGLI IMBALLAGGI, inutili e occupanti una quota enorme dei rifiuti.
Prima di protestare contro gli inceneritori e le discariche diventiamo consci di quali possono essere le alternative e sviluppiamo un'ETICA. Un'etica che disprezzi le regole imposte dal consumismo selvaggio di questi decenni.
CHE CAZZO CE NE FACCIAMO DEL PROSCIUTTO E DELL'INSALATA NELLA PLASTICA??
LI RIVOGLIO NELLA CARTA! (Che poi mi costano pure il doppio).
PERCHÈ IL LETTORE MP3 è INCARTATO IN UN METRO CUBO DI PLASTICA? A COSA SERVE LA SCATOLA DI CARTONE INTORNO AI TUBETTI DI DENTIFRICIO E DI MAIONESE? LA BUTTO VIA SUBITO!!
Basta che poi mi arrabbio.
Comunque sia... non ce l'ho con i napoletani cui va tutta la mia comprensione. Il fatto che noi italiani siamo fatti così e a Napoli, checchè se ne dica, sono più italiani di tutti.

Imitation Of Life (REM)



Charades, pop skill
Water hyacinth, named by a poet
Imitation of life
Like a koi in a frozen pond
Like a goldfish in a bowl
I don't want to hear you cry

That's sugarcane that tasted good
That's cinnamon, that's Hollywood
Come on, come on, no-one can see you try

You want the greatest thing
The greatest thing since bread came sliced
You've got it all, you've got it sized

Like a Friday fashion show teenager
Freezing in the corner
Trying to look like you don't try

That's sugarcane that tasted good
That's cinnamon, that's Hollywood
Come on, come on, no-one can see you try

No-one can see you cry

That's sugarcane that tasted good
That's freezing rain, that's what you could
Come on, come on, no-one can see you cry

This sugarcane
This lemonade
This hurricane, I'm not afraid
Come on, come on, no-one can see me cry

This lightning storm
This tidal wave
This avalanche, I'm not afraid
Come on, come on, no-one can see me cry

That's sugarcane that tasted good
That's who you are, that's what you could
Come on, come on, no-one can see you cry

That's sugarcane that tasted good
That's who you are, that's what you could
Come on, come on, no-one can see you cry

Ho sempre amato questo video (oltre che la canzone). Il "fermo immagine" su questo istante di festa è grandioso. Godetevi video e canzone.
Al prossimo post fjoi.

mercoledì 20 febbraio 2008

Black Hole Sun (Soundgarden)




In my eyes
Indisposed
In disguise
As no one knows
Hides the face
Lies the snake
The sun
In my disgrace
Boiling heat
Summer stench
neath the black
The sky looks dead
Call my name
Through the cream
And Ill hear you
Scream again

Black hole sun
Wont you come
And wash away the rain
Black hole sun
Wont you come
Wont you come

Stuttering
Cold and damp
Steal the warm wind
Tired friend
Times are gone
For honest men
And sometimes
Far too long
For snakes
In my shoes
A walking sleep
And my youth
I pray to keep
Heaven send
Hell away
No one sings
Like you
Anymore

Hang my head
Drown my fear
Till you all just
Disappear

Dopo aver passato la serata a fare pesanti discorsi e aver trascorso la notte in preda a strani incubi, non vedo video più azzeccato. Oggi ce l'ho un po' col mondo benchè forse il mondo non ce l'abbia per niente con me e anzi... al mondo non gliene frega un cazzo di me. Ed è giusto così.
Non c'è bisogno di sperare in un buco nero che ti porti via quando sei così abile nel creartelo da te.

lunedì 18 febbraio 2008

Pictures Of An Exhibition (Modest Mussorgsky)

Luttazzi e Travaglio

(parte 1)



(parte 2)



(parte 3)



Intervista a Borsellino



Intervista di Biagi a Benigni



Intervista di Biagi a Indro Montanelli



Montanelli contro la censura



L'editto Bulgaro



La risposta di Biagi




Ora cercherò un qualcosetta su Veltroni, per par condicio... ma mi sa che non avrò tante cose da scartare... (su BerlusKaiser questo è il minimo).
Ci avrete messo un po' eh?
Io non avevo ben chiaro cos'era successo... ora sì. Grazie YouTube!

venerdì 15 febbraio 2008

Conquest (The White Stripes)



Conquest-
He was out to make a conquest
Didn't care what harm was done
Just as long as he won
the prize

Conquest-
She was just another conquest
Didn't care whose heart was broke
Love to him was a joke
'til he looked into her eyes

And then in the strange way things happen
The roles were reversed from that day
The hunted became the huntress
The hunter became the prey

Conquest-
Now you know who made the conquest
She, with all her female guile
[Conquest lyrics on http://www.metrolyrics.com]

Led him helpless down the aisle
She had finally made a conquest

ahh ahh ahh ahhhhh (x4)
oooh oooooohh oohhhh

And then in the strange way things happen
The roles were reversed from that day
The hunted became the huntress
The hunter became the prey

Conquest-
Now you know who made the conquest
She, with all her female guile
Led him helpless down the aisle
She had finally made a conquest

ahhhhh

Conquest

Dopo la cavalcata Sanvalentinense me ne torno ai giorni nostri con un video dei soliti White Stripes.
Oh.. li adoro. Cosa devo farci? Ho tutti i loro album e li ho seguiti dagli albori. Cambiano rimanendo se stessi (come i partiti dei nostri tempi).
Bha fate voi. Ma se volete veramente conoscere questo gruppo dovete sentire tutta la loro discografia (anche se questo discorso vale per qualsiasi band).

The Unforgiven (Metallica)

Ma sì... togliamo l'ICI sulla prima casa! Ma che bella idea...
GENIALE. Lo Stato non ci rimette "nulla" e i comuni dan del culo (sempre che i comuni non facciano parte dello Stato Italiano).
Il Berluscane dice toglieremo l'ICI dalla prima casa, davanti a una platea di giornalisti.
E neppure un giornalista (servo) si è alzato in piedi a fagli notare il microscopico problema, ossia che l'ICI è uno dei maggiori introiti per i comuni.

Piuttosto che queste stronzate perchè non rendiamo l'IVA scaricabile per il cliente?
In questo modo si mette in conflitto commerciante e cliente ultmo, che richiederà lo scontrino in quanto finalmente ne avrà interesse. Non è proposta assurda. Nei grandi USA (dove il falso in bilancio non è depenalizzato -bene- e dove c'è ancora la pena di morte -male-, BHA che paese strambo) questa cosa già esiste. Quindi non è inattuabile.
In questo modo troveremmo una marea di amici che potrebbero ricordare ai commercianti (molti dei quali sono degli inguaribili sbadatoni) di rilasciare lo scontrino e quindi di pagare le tasse.
Mi spiace se qualcuno di questi non potrà più girare in SUV denunciando 10000 euro all'anno.

Al prossimo discorso propagandistico con fare facista in cui si metterà in risalto il magnifico orgoglio italico.

giovedì 14 febbraio 2008

Somebody to love (Jefferson Airplaine)



When the truth is found to be lies
and all the joy within you dies
don't you want somebody to love
don't you need somebody to love
wouldn't you love somebody to love
you better find somebody to love

When the garden flowers baby are dead yes
and your mind [, your mind] is [so] full of red
don't you want somebody to love
don't you need somebody to love
wouldn't you love somebody to love
you better find somebody to love

your eyes, I say your eyes may look like his [yeah]
but in your head baby I'm afraid you don't know where it is
don't you want somebody to love
don't you need somebody to love
wouldn't you love somebody to love
you better find somebody to love

tears are running [ahhh,]running down your breast
and your friends baby they treat you like a guest.
don't you want somebody to love
don't you need somebody to love
wouldn't you love somebody to love
you better find somebody to love



Con mille auguri di chi non sopporta le feste comandate.
Non è un video ufficiale, ma merita lo stesso.
Scambiatevi qui gli auguri e dite al mondo chi più odiate.
Dai. Io Odio Ruini.
A presto o a più tardi.

mercoledì 13 febbraio 2008

Joker & The Thief (Wolfmother)


Dal blog di Beppe Grillo.

Il fatto triste è che è davvero così... e non è cambiato nulla!
Illuminante.
Ma cosa fare?
Cosa?!?

I Collect Knives (Kristofer Astrom)


É cominciata così... con una quarantina di sconosciuti, superstiti dopo un incidente aereo che li ha catapultati su un'anonima isola dell'Oceano Pacifico. Oceanic 815, il nome del volo.
Fin qui nulla di strano.
Ma fin dalla prima puntata si scopre che quell'isola tanto normale non è. Ci sono "Cose" e persone misteriose... gli stessi sopravvissuti non sono del tutto ordinari. Tutti hanno dei segreti e storie difficili alle spalle.
Insomma. Lost ha avuto gli effetti sperati... Ha creato un popolo di seguaci e discepoli fedeli e attenti.
La formula degli autori è semplice.

N° Domande > N° Risposte

Ora si è arrivati alla quarta serie. Ci sono un'infinità di dubbi e scoperte e temi ricorrenti e particolari... Siccome non posso parlare di tutto quello che è accaduto sull'isola fin'ora, apro una sezione LOST con una serie di link a siti ben fatti e pieni di materiale, curiosità, ragionamenti e ipotesi sulla serie più cervellotica del momento.
IMPORTANTE. Quasi tutti i siti di cui posterò il link sono aggioranti alla quarta serie (quella che attualmente è in onda in USA). Se ancora non ci siete arrivati... inutile dirvi che per voi questi siti sono pieni di Spoilers e potenzalmente possono rovinarvi la sorpresa.
Detto questo. Uno dei siti più completi e ordinati è Lostpedia, non male anche The Tail Section e Mr.Eko Files.
A presto. Ora vado a preoccuparmi di altre faccende urgenti

martedì 12 febbraio 2008

Il Bandito e il Campione

Dovrà pagare "solo" 35 milioni di Euro il povero Valentino Rossi.
Il Grande Campione si è dimostrato bandito.
La cosa è indegna. Ma la cosa altrettanto indegna è vedere quanto nessuno si sia indignato.
L'italiano medio non si pone il problema, ma io sì... sarà che non sono un italiano medio?
Quello che mi dico è quante cose può fare uno stato con 35 milioni di euro? (o meglio 120 milioni, visto che quello che pagherà il Campione sarà solo una parte di ciò che ha evaso secondo il fisco).
E di qui la seconda domanda: perchè dovrebbe pagare meno di ciò che ha evaso?
Con 120 milioni di cose se ne fanno. Ci lamentiamo che la scuola pubblica non ha soldi, i contratti nel pubblico sono sempre un problema per mancanza di soldi, la sanità, le agevolazioni per le famiglie, le politche giovanili.... Certo con i soldi di Valentino Rossi non si rimette in sesto un paese, ma perchè non dare un buon esempio? Perchè permettere l'impunità? Perchè depenalizzare i falsi in bilancio? Perchè permettere l'evasione? Perchè scontare i ricchissimi? Hanno evaso? Che paghino! E che cazzo.. anzi paghino due volte! Sono gente visibile, sempre sulla bocca di tutti, diano il buon esempio (innanzitutto pagando ciò che c'è da pagare).
Sono campioni? Agostini era un campione...
Per me il campione è irreprensibile, onesto, sportivo ed è campione prima di tutto moralmente oltre che che in campo o in pista.
Rossi era un campione/fenomeno anche per me. Ora non lo è più.
Ora è uno che sa guidare bene una moto.



Basta... è ora di finirla con i furbetti. Di continuare a considerare dei grandi dei banditi, di farci governare da loro, di farli nostri beniamini, modelli, di prenderli ad esempio.
Calciatori puttanieri, ricchi drogati, politici ladri, imprenditori disonesti (e tutte le possibili combinazioni).
É ora che ci si renda conto che EVADERE è RUBARE a TUTTI e INDISTINTAMENTE.
Chi evade il fisco mi ruba in termini di servizi che lo stato può offrirmi (e che Porco Giuda mi spettano visto che IO PAGO), mi toglie sicurezza, mi toglie una buona sanità, mi ruba il diritto a uno studio di qualità in strutture decenti e mi ruba anche i SOLDI DI TASCA, visto che comunque i soldi da qualche parte vanno presi e vengono sempre chiesti a chi normalmente li mette. Qunindi i poveri sono sempre più poveri e la classe media è sempre meno media. E i ricchi invece rimangono impuniti (e naturlamente sempre più ricchi).
La sola depenalizzazione del falso in bilancio fa perdere introiti allo Stato. Come?
Chi investirebbe (anche dall'estero) su delle aziende che possono mentire sui propri bilanci senza essere controllate e dare del culo da un momento all'altro? Negli USA hanno capito poche cose, ma questa è una di quelle. Hanno capito che senza regole il Capitalismo collassa. Negli USA tutto è trasparente e le pene per l'evasione e i falsi in bilancio sono ASPRISSIME. Altrimenti nessuno investirebbe nelle aziende americane e il sistema crollerebbe.
A casa nostra l'Impunito ha deciso che il falso in bilancio è fashion (Fashion Bilancio probabilmente... si spiegherebbe anche la trovata della cosiddetta "Finanza Creativa" di Giulio Tremors Tremonti, il cerchio si chiude), ma d'altronde l'Italia è un paese così fantasioso...
Io non mi incazzo con Prodi che ha aumentato le tasse. Mi INCAZZO e TANTO con chi da secoli evade rubandomi e abbassando la qualità della mia vita. Prodi ha DOVUTO fare una scelta coraggiosa e impopolare.
Gli sprechi sono comunque tanti e vanno diminuiti; vero è che se TUTTI pagassero ciò che devono, sopporteremmo meglio anche gli sprechi.
E allora continuiamo così. Spensierati. Col frigo vuoto, gli impuniti che sorridono dietro lo specchio e guardando il Grande Fratello, inseguendo il nostro bianconiglio e mangiando i cazzo di funghetti che ci fanno credere di essere così grandi. Qualcuno prima o poi ci penserà.
Andate a chiedere ad Alice...

lunedì 11 febbraio 2008

Trovato! ^^

Tonight, tonight (Smashing Pumpkins)


Il video è bello, il gruppo è eccellente, il testo poetico. Billy Corgan si conferma un mito. Quanto invidio quel piccolo pelato dalla voce gracchiante. Ma non farei mai a cambio con lui. Nonostante tutto.

Time is never time at all
You can never ever leave, without leaving a piece of youth
And our lives are forever changed
We will never be the same
The more you change the less you feel

Believe, believe in me, believe, believe!
That life can change, that you're not stuck in vain
We’re not the same, we're different.
Tonight, tonight, tonight
So bright
Tonight, tonight

And you know you're never sure
But you're sure you could be right
If you held yourself up to the light
And the embers never fade, in your city by the lake
The place where you were born

Believe, believe in me, believe, believe!
In the resolute urgency of now
And if you believe there's not a chance tonight
Tonight, tonight, tonight
So bright tonight, tonight!

We’ll crucify the insincere tonight (Tonight)
We’ll make things right, we'll feel it all tonight (Tonight)
We’ll find a way to offer up the night (Tonight)
The indescribable moments of your life (Tonight)
The impossible is possible tonight (Tonight)
Believe in me as I believe in you,
Tonight, tonight, tonight,
Tonight
Tonight…


E siccome ho volgia di prendermi un attimo di pausa, posto anche un paio di vedute da casa mia.

Neve a notte fonda...


Neve in pieno giorno... (quanto mi piacciono i chiari scuri)


Tramonto dietro al tiglio.


... per continuare una foto per la serie "tramonti generici" (come nelle cartoline... una categoria immancabile). Un peccato per quel lampione in mezzo come la riga del culo... ma non ho tempo per mettermi a truccare le foto. Per chi mi avete preso? Ho da fare io!


Dopo tutta questa poesia mi ritiro per continuare a studiare. Mi manca ancora un piccolo sforzo e il grosso è fatto (come disse la mamma di Ferrara).
Ciao stregatti!

sabato 9 febbraio 2008

Bullet With Butterfly Wings (saremmo giusificati in ogni nostro errore)



E noi abbiamo ancora la forza di lamentarci che le cose in Italia vanno male?
Questo è l'italiota medio che va alle urne. Che entra nel suo seggio che prende la sua matita, la sua scheda elettorale e decide per me il mio futuro.
E io non posso farci nulla. Nulla.
Siamo a cinquant'anni dalla caduta del fascismo, studiato e spiegato nelle scuole, e ancora qualcuno inneggia al duce. Le verità storiche sono dimenticate. Non esisite più l'obiettività. Chiunque può raccontarci qualsiasi stronzata e noi teledipendenti la beviamo.
E io non dovrei incazzarmi? Non dovrei incazzarmi a sentire gente inneggiare a Berluscane come "DUCE!". Quando conosci la storia non puoi che incazzarti. Quando vedi come vanno le cose non può che venirti voglia di veder sparire qualche gretta presenza dalla faccia della terra.
Ogni nazione ha i politici che si merita. E noi ci meritiamo una classe politica di merda, perchè abbiamo una coscienza politica di merda.
Ma un italiano che si vergona e si preoccupa per il proprio presente e il proprio futuro, cosa dovrebbe fare?



Chi va dicendo in giro
che odio il mio lavoro
non sa con quanto amore
mi dedico al tritolo,
è quasi indipendente
ancora poche ore
poi gli darò la voce
il detonatore.

Il mio Pinocchio fragile
parente artigianale
di ordigni costruiti
su scala industriale
di me non farà mai
un cavaliere del lavoro,
io sono d'un'altra razza,
son bombarolo.

Nello scendere le scale
ci metto più attenzione,
sarebbe imperdonabile
giustiziarmi sul portone
proprio nel giorno in cui
la decisione è mia
sulla condanna a morte
o l'amnistia.

Per strada tante facce
non hanno un bel colore,
qui chi non terrorizza
si ammala di terrore,
c'è chi aspetta la pioggia
per non piangere da solo,
io sono d'un altro avviso,
son bombarolo.

Intellettuali d'oggi
idioti di domani
ridatemi il cervello
che basta alle mie mani,
profeti molto acrobati
della rivoluzione
oggi farò da me
senza lezione.

Vi scoverò i nemici
per voi così distanti
e dopo averli uccisi
sarò fra i latitanti
ma finché li cerco io
i latitanti sono loro,
ho scelto un'altra scuola,
son bombarolo.

Potere troppe volte
delegato ad altre mani,
sganciato e restituitoci
dai tuoi aeroplani,
io vengo a restituirti
un po' del tuo terrore
del tuo disordine
del tuo rumore.

Così pensava forte
un trentenne disperato
se non del tutto giusto
quasi niente sbagliato,
cercando il luogo idoneo
adatto al suo tritolo,
insomma il posto degno
d'un bombarolo.

C'è chi lo vide ridere
davanti al Parlamento
aspettando l'esplosione
che provasse il suo talento,
c'è chi lo vide piangere
un torrente di vocali
vedendo esplodere
un chiosco di giornali.

Ma ciò che lo ferì
profondamente nell'orgoglio
fu l'immagine di lei
che si sporgeva da ogni foglio
lontana dal ridicolo
in cui lo lasciò solo,
ma in prima pagina
col bombarolo.


Auguri.

giovedì 7 febbraio 2008

Feeling Good (Muse-Coverin' Nina Simone)




Ben riarrangiato il pezzo e carino il video. D'altronde Matthew Bellamy è un genio. I Muse sono un altro di quei gruppi che merita ascoltare. Hanno anche piccoli momenti di buio (come tutti i grandi hanno), ma la loro produzione vanta pezzi veramente originali. Credo che ci siamo pochi gruppi innovativi al mondo, o, se non proprio innovativi, che almeno si distacchino dal piattume discografico delle Major, uno di questi gruppi sono i Muse.

Birds flying high
You know how I feel
Sun in the sky
You know how I feel
Reeds drifting on by
You know how I feel
It's a new dawn
It's a new day
It's a new life
For me..
And I'm feeling good

Fish in the sea
You know how I feel
River running free
You know how I feel
Blossom in the trees
You know how I feel
It's a new dawn
It's a new day
It's a new life
For me...
And I'm feeling good

Dragonfly out in the sun
You know what I mean, don't you know
Butterflies all having fun
You know what I mean
Sleep in peace
When, the this day is done
And this old world
Is a new world
And a bold world
For me...

Stars when you shine
You know how I feel
Scent of the pine
You know how I feel
yeah, freedom is mine
And you know how I feel
It's a new dawn
It's a new day
It's a new life
For me...

yeah, ooh
Oh, ooh...

Oooh, ooh..free, free loving you...
Oooh, oooh
Feeling good

Ora... io vedo che di qui ci passate... lo vedo perchè vi controllo... muahaha! vi monitoro... MUAHAHA!!! Io vi guardo e vi osservo, come il Grande Fratello di Orwell, ma manco di giudicarvi.
Non so perchè non commentiate nulla di ciò che scrivo e i motivi possono essere molteplici. O non ve ne frega un emerito, o siete talmente d'accordo che non trovate motivo di dover aggiungere altro, o mi credete uno che merita poca considerazione, o non avete tempo, etc etc etc.....
Volete forse più vita mia? Più cinismo e sofferenza? Volete Gesù? volete Barabba? Bavnaba? Bvaian? Volete una Zigulì? Cosa chiede il popolo (A parte i sesterzi di cui non sono possessore...)?
Di tanto in tanto mi sento solo e di tanto in tanto me ne frego. Sentitevi liberissimi di scrivere qualsiasi puttanata, di darmi approvazione, di esprimere disgusto, linkarmi, farmi cattiva pubblicità, aprire dibattiti, darmi suggerimenti e quant'altro.... tanto continuerò così. ^^
Stay tuned, fantasmi allucinati!


mercoledì 6 febbraio 2008

A La Mierda



Non male... senti Berlusconi e credi di aver sentito tutto... Nulla di più lontano dalla verità.
C'è ancora speranza di ridere... questa speranza è nella Chiesa.
Su di me l'acqua santa fuma, l'acqua ossigenata frigge e l'acqua sulfurea puzza.
Come si diventa direttori della Radio Maria? Ti cercano per particolari meriti?
Devi aver bruciato almeno una strega? Devi aver salvato almeno un fascista o nazista aiutandolo a scappare in Argentina? Devi aver partecipato a una crociata o magari devi aver professato che la chiesa fa delle cose buone per l'umanità?
Io non ho mai visto uscire nulla di buono dal Vaticano. Chi dice che la chiesa fa del bene mente. I missionari e i preti di quartiere fanno del bene... ma per me quelli non sono la chiesa. Sono solo gente di buona volontà che ama il prossimo. Ci sono molte altre persone senza confessioni tatuate sulla schiena che fanno lo stesso in tutto il mondo.
Ok.... andrò a caccia di streghe allora... Anche io voglio parlare alla gente attraverso i termosifoni!

martedì 5 febbraio 2008

In fondo al mar...

IL PACIFICO SOFFOCATO DALLA PLASTICA
Un minestrone galleggiante di plastica grande quasi il doppio degli Stati Uniti. Cosi' gli oceanografi definiscono la massa di rifiuti che galleggia nell'Oceano pacifico, tenuta insieme dalle correnti sottomarine, che cresce a un ritmo vertiginoso e che costituisce di fatto la piu' immensa discarica del mondo. L'isola galleggiante, scrive oggi l'"Independent", inizia 500 miglia nautiche al largo della California, attraversa il Pacifico meridionale, oltrepassa le Hawaii e arriva fin quasi al Giappone.

L'oceanografo americano Charles Moore, che l'ha scoperta, la chiama "la grande massa di immondizia del Pacifico" o "il vortice di spazzatura" e ne valuta il contenuto in 100 milioni di tonnellate. Marcus Eriksen, ricercatore della Marine Research Foundation creata da Moore, spiega: "Inizialmente la gente si era fatta l'idea di un'isola di rifiuti di plastica sulla quale si sarebbe potuto camminare, ma non e' cosi'. E' una specie di infinito minestrone di plastica, che si estende su un'area grande forse il doppio degli Stati Uniti".

L'oceanografo Curtis Ebbesmeyer, che da piu' di 15 anni si occupa del problema della dispersione della plastica nei mari, paragona il vortice di spazzatura a un organismo vivente: "Si divincola come un grosso animale senza guinzaglio", dice. Quando la "bestia" si avvicina alla terraferma, come e' accaduto alle Hawaii, le conseguenze sono gravi. "La massa di rifiuti rigurgita pezzi e le spiagge si coprono di un tappeto di plastica". Il "minestrone" e' fatto in realta' di due parti collegate che stazionano ai due lati dell'arcipelago delle Hawaii, chiamate Massa di rifiuti occidentale e orientale.

Un quinto circa della spazzatura - dove si ritrovano palloni da football e kayak, mattoncini del Lego e buste di plastica - e' gettato dalle navi; il resto viene dalla terraferma. Moore, erede di una famiglia di petrolieri che e' anche ex marinaio, si era imbattuto per caso in questa preoccupante "neoformazione" nel 1997, mentre navigava a margine del percorso di una regata. "Per una settimana mi sono ritrovato in mezzo a un mare di immondizia - ha detto al quotidiano britannico. - Come avevamo potuto insozzare un'area cosi' gigantesca?" La scoperta cambio' il corso della sua vita, spingendolo a vendere le sue partecipazioni nell'impero di famiglia e a diventare un ambientalista militante.

Il professor David Karl, oceanografo dell'universita' delle Hawaii, ha detto che sono necessarie ulteriori indagini per delimitare l'esatta estensione del minestrone di spazzatura, ma ritiene che non vi sia motivo di dubitare delle rilevazioni di Moore. "Da qualche parte la plastica deve pure finire", ha osservato. Karl, che sta coordinando una spedizione con Algalita, la fondazione impegnata nella tutela dell'ecosistema marino, ritiene che si sia di fatto creato un nuovo habitat: da sempre la spazzatura che finisce nei vortici marini si degrada, ma la plastica e' indistruttibile, tanto che nell'isola galleggiante sono stati ritrovati "reperti" databili a mezzo secolo fa.

"Ogni piu' piccolo pezzo di plastica che e' finito in mare da cinquant'anni a questa parte e' ancora li'", osserva Tony Andrady, chimico dell'istituto di ricerca Triangle. Secondo Moore, dato che il mare di spazzatura e' trasparente e galleggia proprio sotto la superficie non e' rilevabile dalle foto satellitari: "Lo vedi solo quando te lo ritrovi davanti alla prua della tua barca". Secondo il Programma ambientale degli Stati Uniti, la plastica galleggiante causa la morte di piu' di un milione di uccelli e di 100mila mammiferi marini l'anno.

Siringhe, accendini, spazzolini da denti si ritrovano nello stomaco di uccelli morti, che li hanno ingoiati credendo che si trattasse di cibo, e finiscono nella catena alimentare. "Quello che cade nell'oceano finisce dentro questi animali e alla fine sbarca nel nostro piatto", osserva il dottor Eriksen.

(AGI) - Londra, 5 febbraio


e ora tutti insieme!

Le alghe del tuo vicino ti sembran più verdi sai Vorresti andar sulla terra Non sai che gran sbaglio fai Se poi ti guardassi intorno Vedresti che il nostro mar è pieno di meraviglie che altro tu vuoi di più

In fondo al mar In fondo al mar
Tutto bagnato è molto meglio Credi a me
Quelli lassù che sgobbano Sotto a quel sole svengono
Mentre col nuoto Ce la spassiamo
In fondo al mar Quaggiù tutti sono allegri
Guizzando di qua e di la invece la sulla terra
il pesce è triste assai Rinchiuso in una boccia
che brutto destino avrà Se all'uomo verrà un po' fame
Il pesce si papperà Oh, no!
In fondo al mar In fondo al mar
Nessuno ci frigge o ci cucina In fricassea
E non si rischia di affogar No, non c'è un amo in fondo al mar
La vita è piena Di bollicine

In fondo al mar In fondo al mar
Con questo ritmo la vita è sempre
Dolce così Anche la razza ed il salmon
Sanno suonare con passion Quì c'è la grinta
Ogni concerto è un successon
Il sarago suona il flauto La carpa l'arpa
La platessa il basso Poi c'è la tromba
Del pesce rombo Voilà , il luccio è il re del blues
La cernia con il nasello Al violoncello con la sardina
All'ocarina e con l'orata Vedrai che coro si farà

In fondo al mar In fondo al mar
Se la sardina fa una moina C'è da impazzir
Che c'è di bello poi lassù La nostra banda vale di più
Ogni mollusco Sa improvvisare
In fondo al mar Ogni lumaca
Si fa un balletto In fondo al mar
E tutti i giorni Ci divertiamo
Quì sotto l'acqua In mezzo al fango
Ah che fortuna Vivere insieme
In fondo al mar! In fondo al mar!

lunedì 4 febbraio 2008

Just (Radiohead)



Can't get the stink off
He's been hanging round for days
Comes like a comet
Suckered you but not your friends
One day he'll get to you
And teach you how to be a holy cow

You do it to yourself, you do
and that's what really hurts
You do it to yourself, just you
you and no-one else
You do it to yourself
You do it to yourself

no gettin sympathy
Hanging out the 15th floor
changed the locks three times
He still comes reeling through the door
and theyll get to you
And teach you how to get to purest hell

You do it to yourself, you do
and that's what really hurts
You do it to yourself, just you
you and no-one else
You do it to yourself
You do it to yourself

You do it to yourself, you do
and that's what really hurts is
You do it to yourself, just you
you and no-one else
You do it to yourself
You do it to yourself, yourself, yourself.

Avrei sempre voluto sapere che cacchio sapeva il tipo sdraiato.
Probabilmente neanche il regista del video lo sa, ma la musica e le immagini hanno un'alchimia così efficace... Anche i Radiohead hanno spesso video bellissimi (anche se angoscianti).
Non posso che suggerire l'ascolto di questo gruppo che così tanto si è evoluto dai primissimi album.
Per oggi va bene così.
Torno a studiare per il mio penultimo esame.
Buona vita allucinati!

domenica 3 febbraio 2008

Fell In Love With A Girl (The White Stripes)

Le "chicche" di oggi.
Chicca Musicale



Fell in love with a girl
fell in love once and almost completely
she's in love with the world
but sometimes these feelings
can be so misleading
she turns and says "are you alright?"
I said "I must be fine cause my heart's still beating"
She says "come and kiss me by the riverside, bobby says it's fine he don't consider it cheating"

Red hair with a curl
mellow roll for the flavor
and the eyes for peeping
can't keep away from the girl
these two sides of my brain
need to have a meeting
can't think of anything to do
my left brain knows that
all love is fleeting
she's just looking for something new
and I said it once before
but it bears repeating

Video geniale come molti altri dei The White Stripes.
Ne proporrò sicuramente altri perchè ogni video di questi sfornatori di singoli è un esempio di maestria.
Canzone breve e d'impatto, rock come poche ancora, grezza e sporca e per questo così Old-Fashion e (per me) nostalgica.

La chicca politca vien dal blog di Beppe Grillo. Non sarà originale proporre cose già e ri proposte da altri, ma su certe porcate è bene porre l'accento e riflettere perchè non si ripeta l'errore di mangiare altri funghetti.
Ciao allucinati! ; p


sabato 2 febbraio 2008

Do the Evolution (Pearl Jam)



I'm ahead, the man
I'm the first mammal to wear pants, yeah
I'm at peace with my lust
I can kill 'cause in God I trust, yeah
It's evolution, baby

I'm a beast, I'm the man
Buying stocks on the day of the crash
On the loose, I'm a truck
All the rolling hills I'll flatten them out, yeah
It's heard behavior, uh huh
It's evolution, baby

Admire me, admire my home
Admire my song, here's my clone
Yeah, yeah, yeah, yeah
This land is mine, this land is free
I'll do what I want but i do irresponsibly
It's evolution, baby

I'm a thief, I'm a liar
Here's my church, and I sing in the choir:
Hallelujah, halleujah

Admire me, admire my home
Admire my song, admire my clothes
An appetite for a nightly feast
Those ignorant Indians got nothin' on me
Nothin', why?
Because, it's evolution, baby!

I am ahead, I am advanced
I am the first mammal to make plans, yeah
I crawled the earth, but now I'm hot
I tried to chill yah, but you turned to fire
It's evolution, baby {2X}
Do the evolution
Come on, come on, come on



Uno dei video che mi piace di più in assoluto, sia per come è fatto, sia per la musica sia per i suoi contenuti.
La sua crudezza di adatta bene alla descrizione del mondo del cazzo in cui viviamo dove è vero che vince il più forte, il più furbo, il cattivo, quello con meno scrupoli.
É l'uomo che è così di natura. Meschino ed egoista in fondo...
L'uomo è l'unico animale che distrugge l'ecosistema in cui vive peggiorandolo e rendendolo ostile alla propria sopravvivenza. Forse è per questo che l'uomo si fregia del titolo di unico animale intelligente.
Ma non ci si può fare nulla... siamo uomini di ultima generazione.
It's Evolution Baby!

(PS. Ora che ho scoperto come si inseriscono i filmati di YouTube e Google siete finiti... Muahaha!)

(PS. del PS. Come avrete capito scatta la rubrica "i video più fichi, secondo me" ... se non l'avevate capito avete fatto bene a leggere fino in fondo, così ora lo sapete).

venerdì 1 febbraio 2008

Idiot Talk




Certe cose si commentano da sole.